Phone: +39 051.727012
  • en

Soluzioni per l’ufficio

Sindrome da visione al computer è il termine con cui si definisce la sindrome da affaticamento causata dall’uso prolungato di schermi elettronici, che colpisce in maniera più o meno intensa quasi il 90% delle persone che trascorrono più di 8 ore al giorno davanti a un pc. Mediamente i primi sintomi vengono percepiti dopo 3 anni di esposizione prolungata a schermi elettronici, e la maggior parte delle persone che ne è affetta, una volta percepite le prime conseguenze, diventa sempre più sensibile all’esposizione accusando diversi fastidi fra cui il senso di perdita della concentrazione ed emicranie dopo anche solo poche ore di utilizzo prolungato di digital device.

Il lavoro al computer sottopone la vista a un carico di lavoro decisamente impegnativo, fattore che può portare alla comparsa dei disturbi di affaticamento. I difetti di refrazione, anche leggeri, trascurati o non corretti in modo adeguato, insieme all’eccessivo impegno della muscolatura oculare possono rendere i soggetti particolarmente inclini allo sviluppo di disturbi da video. I principali sintomi causati da utilizzo intensivo di computer sono l’affaticamento della vista, la secchezza oculare, una stanchezza immotivata, continue emicranie, perdita di lucidità e insonnia. La postura tipica del lavoro a computer  porta  a guardarlo in modo fisso, di conseguenza le palpebre si muovono con un ritmo inferiore rispetto a quando si guarda un oggetto in lontananza e ciò può causare una sensazione di secchezza oculare, poiché la superficie dell’occhio viene idratata non in modo adeguato con liquido lacrimale. Contestualmente, altri due fattori possono influire sul nostro modo di utilizzare il pc: la postura e l’illuminazione dell’ambiente di lavoro.

La distanza corretta occhi-schermo deve essere pari a circa 70 cm e le luci devono essere fuori dal campo visivo o di chi lavora al pc, oppure si dovrebbe disporre di lampade adeguate a soffitto.

Se alle ore lavorative trascorse al computer si aggiungono anche le ore davanti ad altri schermi elettronici (cellulari, televisori), la sindrome di affaticamento della vista per intenso utilizzo di digital device può diventare un problema con cui tutti quotidianamente combattono.

Una delle possibili soluzioni è sicuramente quella di mantenere una postura corretta alla giusta distanza dallo schermo, mantenendolo una adeguata luminosità nell’ambiente di lavoro, ma anche la ricerca della più adeguata soluzione visiva può aiutare a lenire i sintomi di affaticamento legati all’utilizzo intensivo di pc. Per chi porta gli occhiali le opzioni sono molteplici. Una lente multifocale creata appositamente per ambienti chiusi e situazioni di lavoro può essere una soluzione visiva che aiuta ad alleviare i sintomi più fastidiosi diminuendo l’affaticamento. Un’ulteriore soluzione complementare alla precedente può essere quella di adottare per tale soluzione visiva materiali e trattamenti antiriflesso che proteggano dalla luce blu, la luce che schermi di monitor, PC e tablet emettono. I nostri occhi possono diventare sempre più sensibili agli effetti della luce di questo tipo, sino a soffrire di fastidi oculari e visivi come quelli descritti precedentemente nella sindrome da visione al computer.

Continuando ad utilizzare questo sito, accetti l'utilizzo dei Cookie. info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close